Ultima modifica: 19 Gennaio 2018

RAV e Scuola in chiaro

Che cosa è il RAV?

Dall’anno 2015/6 la nostra scuola compie un processo di autovalutazione: alla luce di alcuni indicatori dati dal Ministero, è chiamata ad analizzare punti di forza e di criticità dell’efficacia della propria azione educativa, della ricaduta sul territorio, del contenimento della dispersione, delle strategie didattiche disciplinari, trasversali, inclusive e orientative.

Si tratta di un’analisi di fondamentale importanza, che porta tutti gli attori dell’istituzione scolastica ad individuare strategie di miglioramento.

Il RAV è costituito da 49 indicatori, raggruppati in 15 aree, a loro volta raccolte in tre macroaree:

– Contesti e risorse (popolazione scolastica, territorio e capitale sociale, risorse economiche e materiali, risorse professionali);

– Esiti (i risultati scolastici, ma anche quelli delle prove standardizzate, le competenze chiave raggiunte e i risultati a distanza, vale a dire, fra l’altro, gli esiti nei cicli scolastici successivi, l’eventuale prosecuzione negli studi universitari, l’inserimento nel mondo del lavoro);

– Processi (dalla predisposizione e progettazione della didattica, alla predisposizione degli ambienti di apprendimento passando per l’integrazione con il territorio)

Il R.A.V. è per l’istituto, dunque, uno strumento di lavoro per darsi degli obiettivi di miglioramento.

 

Scuola in chiaro permette di accedere al Rapporto di AutoValutazione d’Istituto (RAV) e al PTOF dell’Istituto.